loading
Via Carlo dell'Acqua 1, 20025 Legnano (MI)
Lun-Ven 08:00 - 20:00
Via Carlo dell'Acqua 1, 20025 Legnano (MI)
Lun-Ven 08:00 - 20:00
Post Image
20 Apr, 2024
Posted by Andrea De Fazi
0 comment

Hai un impianto fotovoltaico? Ecco quanti soldi puoi risparmiare

Quanti soldi si possono risparmiare grazie ad un impianto fotovoltaico? Si è parlato spesso dei suoi vantaggi, ma mai così precisamente

Tra i tanti vantaggi che un impianto fotovoltaico può comportare, il risparmio rientra sicuramente tra questi. Numerose persone scelgono giorno dopo giorno di prendere consapevolmente questa scelta. Sia per il bene dell’ambiente circostante, sia per quello del loro portafoglio. I costi esorbitanti delle bollette elettriche hanno portato aziende e privati a trovare strade alternative, che spesso coincidono proprio con l’utilizzo dell’energia rinnovabile.

Ma quanto si può risparmiare per l’esattezza? Ecco le cifre riportate con degli esempi.

Impianto fotovoltaico: il fenomeno dell’autoproduzione

Uno dei metodi di risparmio più efficaci quando si parla di un argomento del genere, è senz’altro l’autoproduzione. Nel momento in cui un’azienda o un cittadino privato ricorre all’utilizzo del fotovoltaico, diventa automaticamente un produttore d’energia. Non dovrà dunque più dipendere da terzi, per potersi alimentare nella maniera corretta.

Risparmio
Risparmio (Pixabay)

La maggior parte dei sistemi è in grado di produrre energia all’incirca dalle 7 del mattino fino alle 18, mediamente. D’inverno l’orario si sposterà qualche ora indietro, e viceversa qualche ora avanti d’estate. Bene o male, si avrà una produzione costante per quasi 10 ore. Ciò significa che l’eccesso derivante da questa fase verrà immagazzinato nella rete elettrica, dando così al proprietario dell’impianto un vantaggio energetico e di conseguenza economico non indifferente.

Chiaramente si dovrà avere energia a sufficienza anche per le ore notturne. Dispositivi perennemente accesi come il frigo oppure una televisione avranno bisogno di alimentazione, la quale per forza di cosa deve attingere dalla rete elettrica. Detto questo, l’autoproduzione rimane ugualmente un metodo estremamente efficace per risparmiare.

Risparmio col piano di accumulo

Avendo già parlato in maniera specifica di piano di accumulo, non ci sarà bisogno di soffermarsi nuovamente su questo tema. La fase di conservazione dell’energia prodotta, punto focale di qualsiasi operazione di risparmio, viene resa possibile solamente grazie alle batterie di accumulo. Non a tutti serve, ma è molto utile nel caso in cui si voglia risparmiare denaro.

Se per esempio casa propria è “abitata” solamente durante le ore serali, dunque quando l’impianto non produce attivamente energia, allora è il caso di predisporre un piano di accumulo. Così facendo si potrà utilizzare l’energia immagazzinata durante le ore diurne, mentre il processo di produzione è stato al suo picco di attività massimo.

Impianto fotovoltaico: ecco quanto si risparmia

Di tutta l’energia prodotta da un impianto, si stima che venga utilizzato solamente il 30% del suo totale. Nel caso in cui manchi un piano di accumulo, questa percentuale può salire addirittura fino al 70%. In termini numerici, un impianto con un’aspettativa di produzione pari a 8.000 kWh annui avrà un livello di autoconsumo pari a 900 kWh, nel caso in cui dovessero mancare le apposite batterie.

Traducendo tutto questo in termini economici, si potranno risparmiare fino a 750 euro all’anno. Cifra che ovviamente può aumentare a seconda delle dimensioni dell’impianto e dei suoi relativi consumi. Per saperne di più e analizzare la propria situazione in maniera approfondita, non resta che fare clic su questo link per ottenere subito un consulto gratuito.

Leave a Comment

Your email address will not be published.*

Contattaci oggi!